Motomondiale a Jerez, Rosssi e Dovizioso ci provano

Motomondiale a Jerez

Motomondiale a Jerez, Rosssi e Dovizioso ci provano

Dopo quasi tre settimane di pausa, il Motomondiale comincia la sua lunga parentesi europea e riparte da Jerez de la Frontera, una delle piste più amate dai piloti e dal pubblico.

 

MotoGp a Jerez de la Frontera, Valentino Rossi è carico

Le tre gare di inizio stagione non hanno ancora chiarito se in MotoGp sarà ancora una volta una passeggiata della Honda e di Marc Marquez. In realtà lo spagnolo nell’ultima uscita di Austin aveva fatto il vuoto prima di stendersi da solo e lasciare campo libero agli avversari, Rins e Rossi su tutti che si sono giocati la vittoria fino all’ultimo giro.

 

Il pesarese della Yamaha arriva dal doppio podio, in Argentina e negli Stati Uniti, e con una convinzione ancora maggiore nelle potenzialità della sua moto che invece nei test invernali non aveva pienamente convinto. Certo, se ad Austin avesse vinto sarebbe stato ancora meglio e avrebbe anche significato poter puntare alla vetta della classifica, ma intanto Valentino torna su una pista che gli ha sempre portato bene nonostante un anno fa sia stato in grossa difficoltà.

La piccola pausa prima del trasferimento in Europa gli è servita per ricaricare le pile e adesso Rossi è pronto per dare battaglia. Stiamo bene, siamo forti e stiamo lavorando bene – ha detto alla vigilia delle prime Libere in programma da venerdì 3 maggio perché sembra che la moto sia migliorata molto. Come al solito però il nove volte campione del mondo predica prudenza:  infatti puntualizza dicendo che solo le prossime gare e i risultati sotto la bandiera a scacchi dimostreranno se la Yamaha sia guarita e potrà veramente lottare per il campionato.

 

Dovizioso fa festa, è la duecentesima gara in MotoGp

In testa dopo la gara texana c’è comunque Andrea Dovizioso per il quale quello spagnolo sarà un weekend particolare. Il pilota forlivese infatti domenica sarà al via della sua duecentesima gara in MotoGp, numeri che solo i grandi possono raggiungere, e vuole festeggiare al meglio la ricorrenza anche se questo non è mai stato un tracciato favorevole alla Ducati.

‘Dovi’ subito prima di scendere in pista ha detto di essere felice per il primato nella generale e soprattutto per quello di positivo che gli ha trasmesso la moto nelle prime tre uscite stagionali, anche se sa che molti possono fare bene a Jerez e soprattutto il campionato è soltanto all’inizio, quindi lo aspetta una stagione molto lunga.

A fare la differenza saranno ancora una volta i dettagli e la Ducati vuole farsi trovare pronta. Marquez permettendo, perché il madrileno davanti ai suoi tifosi deve dimostrare subito di essersi ripreso dopo la delusione di Austin.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*